trieste film festival

Torna dal 19 al 28 gennaio il TRIESTE FILM FESTIVAL, primo e più importante appuntamento italiano con il cinema dell’Europa centro orientale, giunto quest’anno alla 29. edizione, diretta da Fabrizio Grosoli e Nicoletta Romeo: nato alla vigilia della caduta del Muro di Berlino (l’edizione “zero” è datata 1987), il festival continua ad essere da quasi trent’anni un osservatorio privilegiato su cinematografie e autori spesso poco noti – se non addirittura sconosciuti – al pubblico italiano, e più in generale a quello “occidentale”. Più che un festival, un ponte che mette in contatto le diverse latitudini dell’Europa del cinema, scoprendo in anticipo nomi e tendenze destinate ad imporsi nel panorama internazionale.

Come ogni anno il programma del Trieste Film Festival si arricchisce di momenti di incontro, mostre, tavole rotonde, eventi ed iniziative speciali e anche questa 29a edizione non poteva essere da meno. Ecco quindi nel dettaglio tutto quanto il Trieste Film Festival offre in più agli spettatori, alla città ed ai turisti in visita per l’occasione. Abbiamo costruito dei veri e propri percorsi tematici all’interno dei contenuti di quest’anno per costruire una mappa degli eventi e facilitarne la fruizione

TSFF EVENTI CINEMA incontri|tavole rotonde
TSFF GOES VIRTUAL hackathon|masterclass|panel
TSFF DEI PICCOLI
TSFF EVENTI NONSOLOCINEMA musica|performance|attività|talks
PASSEGGIATE / CITY WALKS
MOSTRE

TSFF EVENTI CINEMA

Q&A INCONTRI CON GLI AUTORI

È ormai una piacevole consuetudine, da anni l’Antico Caffè e Libreria San Marco, cuore culturale di Trieste, ospitano gli incontri con gli autori: registi, attori e produttori presenti al festival incontrano il pubblico e la stampa. Per il calendario giornaliero consultare il sito internet www.triestefilmfestival.it.

ROCK + CINEMA = 68

Essendo il primo festival di cinema dell’anno, abbiamo il privilegio di poter ricordare per primi un importante anniversario: i cinquant’anni dal ’68 e lo faremo nella serata di inaugurazione al Teatro Miela, venerdì 19 gennaio alle ore 19:00 in una sorta di prequel del focus dedicato al 1968 durante il Festival, un incontro per capire le atmosfere culturali, musicali e cinematografiche che hanno caratterizzato la (film) revolution. Dialogheranno con il pubblicoil critico cinematografico Steve Della Casa e il giornalista e critico musicale Mario Luzzatto Fegiz, coordinerà il giornalista Alessandro Mezzena Lona.
A seguire verrà proiettato il film del maestro della nouvelle vague Jean-Luc Godard Sympathy for the Devil.

per tutte le info: www.triestefilmfestival.it