RITTMEYER- COMUNICATO STAMPA

Gli ospiti ed il personale dell’Istituto Regionale Rittmeyer per i Ciechi, Azienda Pubblica di Servizi alla Persona, grazie alla gentile co-organizzazione del Comune di Trieste, in data 18 dicembre alle ore 18.00, presso la Casa della Musica 55, sita a Trieste, in via dei Capitelli n. 3, hanno tenuto un concerto – registrazione che ha visto protagonisti improvvisati artisti molto preparati.
L’evento si è sviluppato nell’ambito delle attività previste nel programma dell’Istituto Rittmeyer grazie alla co-organizzazione del Comune di Trieste.
Istituto Regionale Rittmeyer per i Ciechi, Viale Miramare, 119, Trieste
tel. 040-4198911 - fax 040-4198925
e-mail: rittmeyer@istitutorittmeyer.it - info@istitutorittmeyer.it web: www.istitutorittmeyer.it
Nel caratteristico scenario della sala di registrazione dell’Associazione Casa della Musica, i Rittm Singers hanno eseguito e registrato dieci brani di loro produzione, coadiuvati dalla professionalità del maestro Gabriele Centis e della musicoterapista Antonella Grusovin.
Va sottolineato il percorso svolto dai ragazzi stessi che con forza e passione sono riusciti a realizzare l’evento. Scrivere un brano e poterlo cantare significa comunicare al prossimo una parte di sé ed il suono, per propria natura, amplifica e traduce questa parte in un linguaggio universale.
“Questi ragazzi”, ha commentato l’Assessore ai servizi e alle politiche sociali del Comune di Trieste, Carlo Grilli, presente in sala per l’occasione, “in questa particolare circostanza, sono riusciti a portare e a trasmettere emozioni anche al di fuori dei locali dell’Istituto Rittmeyer in un ambiente nuovo e inusuale, gremito di gente stupita dalla bravura di questi artisti che con caparbietà e risolutezza hanno voluto raccontare, con le loro canzoni, momenti di vita vissuta”.
Tra il pubblico era presente anche l’Assessore alle pari opportunità, salute, servizi sociali, politiche giovanili e della famiglia del comune di San Dorligo della Valle, Milena Rustia, che ha espresso soddisfazione in merito a quanto questo tipo di attività portano all’inclusività delle persone con disabilità.
La serata si è conclusa con l’auspicio da parte della direzione dell’Istituto Rittmeyer e del maestro Centis della Casa della Musica di riorganizzare, anche per l’anno venturo, questo particolare e significativo evento.